Castagneto Carducci

Castagneto Carducci

Castagneto Carducci si estende tra la Costa degli Etruschi e le immediate colline dell’entroterra che caratterizzano tutta la zona costiera nel sud della Toscana. Il borgo è per lo più famoso per la sua prestigiosa produzione di vino rosso esportato in tutto il mondo.
La storia della città è legata alla famiglia della Gherardesca, dei potenti feudatari locali che controllavano molte terre della maremma livornese. I discendenti della famiglia originale continuarono ad avere il controllo su Castagneto ed a pretendere privilegi fino al 1849 quando furono cacciati con la forza dalla popolazione.
Il nome Carducci fu aggiunto nel 1907 in onore dell’omonimo poeta che qui visse gli anni della sua giovinezza ed in ricordo del padre di lui che sempre si oppose al potere dei conti della Gherardesca.
Il borgo originale si sviluppò nel medioevo attorno alla Chiesa di San Lorenzo, un’edificio ricordato fin dal XIII secolo. Della chiesa colpiscono in particolare la scenografica scalinata esterna che conduce all’entrata e la torre campanaria medievale realizzata in pietra.
Nei pressi del borgo fortificato di Castagneto sorgevano poi diverse altre fortezze come Bolgheri e Donoratico. Mentre quest’ultima è andata distrutta, il castello di Bolgheri è ancora ben riconoscibile all’entrata principale del paese. Da citare è anche il Forte di Marina di Castagneto costruito sulla costa nel ‘700 come avamposto di vigilanza contro possibili attacchi pirata.

Continuando la navigazione o scorrendo verso il basso, autorizzi l'uso dei cookies. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi