Monte Argentario

Monte Argentario

Il comune di Monte Argentario occupa tutto il territorio dell’omonimo promontorio montuoso che si estende di fronte alla città di Orbetello.
I paesi che formano il comune sono due: Porto Santo Stefano, sul versante settentrionale, e Porto Ercole, sul versante meridionale.
I due centri abitati hanno un passato comune, entrambi erano frequentati sia dagli Etruschi che dai Romani ed in seguito vennero inglobati nei domini di Siena e Napoli. Intorno alla metà del ‘500 il territorio fu invece conquistato dagli spagnoli. Le tracce di tale occupazione sono tuttora visibili in tutto il Monte Argentario ed in particolare nel Palazzo dei Governanti, a Porto Ercole, e nella Fortezza Spagnola, a Porto Santo Stefano.
L’Argentario è un’ambita meta di vacanza estiva che attira turisti da tutta Italia e dall’estero. Lungo la costa che si affaccia sul mediterraneo si aprono molte cale e spiaggette di sabbia e roccia a cui si arriva soltanto in barca o a piedi camminando per qualche minuto nella folta vegetazione mediterranea. Verso la terra ferma, l’Argentario, è bagnato invece dalle acque della Laguna di Orbetello ed è collegato al continente da due lunghe strisce di sabbia dorata: il Tombolo della Feniglia ed il Tombolo della Giannella.
Questi due corridoi naturali sono ricoperti da verdi pinete mediterranee in cui è possibile fare escursioni e gite anche in bicicletta o a cavallo.

Continuando la navigazione o scorrendo verso il basso, autorizzi l'uso dei cookies. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi