Vicchio

Vicchio

Vicchio, nel cuore del Mugello, è una piccola cittadina circondata dalla natura e famosa per aver dato i natali a due importanti figure dell’arte italiana: Giotto ed il Beato Angelico.
A circa un secolo di distanza l’uno dall’altro, questi due personaggi hanno rivoluzionato l’arte del loro tempo: il primo durante l’Umanesimo ed il secondo durante il Rinascimento.
Secondo la leggenda il famoso incontro tra il giovane Giotto ed il suo maestro, il pittore Cimabue, avvenne proprio nel territorio di Vicchio presso il Ponte della Ragnaia che nel ‘500 fu ricostruito e ribattezzato Ponte di Cimabue.
Da Vicchio sono passati anche altri personaggi di rilievo come l’orafo e scultore Benvenuto Cellini che vi soggiornò dal 1559 ed il 1571. Come non ricordare anche Don Lorenzo Milani, parroco della piccola località di Barbiana fino al 1967 e che per primo s’interessò all’educazione dei più poveri garantendo ai figli dei contadini locali un’istruzione di prim’ordine nella sua canonica. Il suo lavoro al fianco dei più deboli scatenò un dibattito pedagogico mondiale negli anni ’60 che attirò l’attenzione dell’opinione pubblica e di vari leader di governo.
A Vicchio, nel Museo di Arte Sacra e Religiosità Popolare, sono raccolte molte delle opere d’arte salvate all’abbandono delle chiese di campagna in cui erano conservate. Un percorso didattico e ludico guida il visitatore alla scoperta di ogni sala del museo.



Hotel Casci

Hotel Casci

L'hotel Casci è un albergo a conduzione familiare situato nel cuore del centro storico di Firen...

COMMENTS