Cerreto Guidi

Cerreto Guidi

Cerreto Guidi si estende sui rilievi collinari del Montalbano, nel nord della Toscana. Il paesaggio che si gode dal borgo è fatto di vasti campi coltivati, vigne e grandi oliveti. Da questi ultimi in particolare di ricava olio extravergine di oliva di grande qualità, conosciuto ed apprezzato in tutta la zona collinare e nella pianura sottostante.
Il panorama è insomma quello tipico della campagna toscana presente nell’immaginario collettivo.
I primi ad insediarsi in questa zona furono i romani, anche se non si escludono insediamenti precedenti del popolo etrusco. Nel 1300 il potere di Firenze si espanse anche al Montalbano inglobando nei propri domini anche il paese di Cerreto Guidi. Sembra che i Medici apprezzassero il luogo e, a sua protezione, fecero costruire alcune fortificazioni ed in seguito anche una villa che utilizzavano come residenza di caccia.
La villa medicea è ben riconoscibile ancora oggi, sorge sui resti dell’antico castello abitato dai conti Guidi e per accedervi è necessario salire un’imponente scalinata in pietra che attira subito lo sguardo dei turisti. All’interno colpisce soprattutto la sfarzosità degli arredi e i bellissimi affreschi del periodo neoclassico. Annessa alla villa è poi la Pieve di San Leonardo risalente al X secolo e completamente ristrutturata su ordine di Cosimo I de’ Medici. Al suo interno si trovano alcuni meravigliosi affreschi del ‘500.
Cerreto Guidi è un’ottima base di partenza per visitare numerose città d’arte senza rinunciare al relax, ai panorami ed alla buona tavola di una piccola cittadina toscana.



COMMENTS