Barberino Val d’Elsa

Barberino Val d’Elsa

Sviluppatosi lungo la Via Regia Romana, che collegava Firenze a Roma, Barberino Val d’Elsa è uno splendido borgo premiato con la Bandiera Arancione del Touring Club che premia le migliori destinazioni turistiche dell’entroterra italiano.
Il paese è tutt’oggi articolato su quella stessa via e delimitato dalle due porte d’accesso medievali: Porta Senese Romana e Porta Fiorentina. Entrambe sono state restaurate più volte nel corso del tempo ed oggi si presentano nei loro rifacimenti del XVIII e XIX secolo.
Il centro storico è raccolto attorno a Piazza Barberini, qui si trovano il Palazzo Pretorio e la Pieve di San Bartolomeo, al cui interno si trova un bellissimo affresco del ‘300. Sulla facciata dell’ex palazzo governativo sono ancora esposti gli stemmi araldici dei podestà che lo abitarono. Fuori dal paese, sulla più vicina collina, sorgeva il borgo di Semiforte. La cittadina fu completamente rasa al suolo dalle truppe fiorentine nel 1202 e per molto tempo non vi furono costruiti altri edifici. Oggi sul colle si trova invece la frazione di Petrognano e in ricordo di Semiforte resta una la Cappella di San Michele Arcangelo che presenta una cupola identica a quella del Duomo di Firenze, ma cinque volte più piccola.
Nei dintorni di Barberino Val d’Elsa si trovano vasti oliveti e vigneti, filari di cipressi e borghi di antica origine medievale come Tignano, Linari e Vico.



COMMENTS